Caricamento

Attendere prego...
Tributaria Italia S.p.A. 30 giorni per il ricorso al giudice di pace
Home   Chi Siamo   Servizi   Prodotti   Contatti   Corsi di Formazione   Accesso Enti

23/09/2011 - 30 giorni per il ricorso al giudice di pace
Con il DLG 01/09/2011 n. 150 il termine per ricorrere al giudice di pace avverso i verbali di accertamento è ora fissato in 30 giorni, invece di 60, dalla contestazione o notificazione

Il DLG 01/09/2011 n. 150 (GU n. 220 del 21/09/2011), recante disposizioni complementari al Codice di procedura civile, in vigore dal 06/10/2011, interviene anche in materia di opposizione ai verbali di accertamento di violazioni del Codice della strada e, in generale, di opposizione all'ordinanza-ingiunzione.

Tra le modifiche introdotte dal decreto si segnalano le seguenti:

  • Il termine per ricorrere al giudice di pace avverso il verbale di accertamento della violazione è ora di 30 giorni dalla data di contestazione o notificazione del verbale, e non più di 60;
  • Gli artt. 205 CDS (opposizione all'ordinanza ingiunzione) e 204 (ricorso giurisdizionale) rinviano ora ai contenuti rispettivamente degli artt. 6 e 7 del DLG n.150/2011 che regolano dette controversie cn il rito del lavoro (CPC: Libro II, titolo IV, capo I, sez. II, articoli 413-441 esclusi quelli riguardanti specificatamente le cause di lavoro e indicati all'art. 2 del decreto;
  • gli artt. 22 bis e 23 della legge n. 689/1981 sono abrogati ed è ora l'art. 6 del DLG n. 150/2011 ad elencare, all'incirca con gli stessi contenuti, le materie di competenze del tribunale.